SPORTELLO EUROPA (bandi ed agevolazioni)

INCUBATORE DI IMPRESE (struttura e servizi)

PER IL TERRITORIO (opportunità e progetti)

Newsletter Incubatore di Imprese

Logo Sportello Europa

In evidenza

NUOVO CORSO SOCIAL MEDIA MARKETING

SEDE: INCUBATORE DI IMPRESE Piazza Giacomini, 2 - Cividate Camuno (Bs)

Info e partecipazione: 0364.1945996 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

SEMINARIO FONDI INTERPROFESSIONALI, RISORSE E OPPORTUNITÀ PER LE AZIENDE

Assocamuna, in collaborazione con la società Dieffe Full Service S.r.l. di Rovato, organizza per Giovedì 26 Gennaio 2017 alle ore 17.00 un seminario formativo gratuito sui Fondi Interprofessionali.
Scopo del convegno è illustrare i principali Fondi Interprofessionali, il loro funzionamento e le risorse ed opportunità per le aziende derivanti dal loro utilizzo.
Attraverso i Fondi Interprofessionali, infatti, le aziende possono finanziare piani formativi aziendali, settoriali e territoriali per i propri dipendenti, oltre che piani formativi individuali.

Partecipazione è gratuita.

SEDE: INCUBATORE DI IMPRESE Piazza Giacomini, 2 - Cividate Camuno (Bs)

Info e partecipazione: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

INCONTRO OSSERVATORIO DEL MERCATO DEL LAVORO E DELL'IMPRESA DI VALLE CAMONICA

Ha avuto luogo venerdì 10 giugno presso l'Incubatore di Imprese l'incontro dell'Osservatorio del Mercato del Lavoro e dell'Impresa, progetto della Comunità Montana di Valle Camonica curato da Impresa e Territorio scarl. Nel corso dell'incontro è stato presentato il risultato delle attività dell'Osservatorio che hanno portato ad un'analisi del comuni del comprensorio suddivisa in 5 ambiti: DEMOGRAFICO - OCCUPAZIONALE - IMPRENDITORIALE - SOCIALE - ECONOMICO FINANZIARIO.

Il dato economico finanziario è stato presentato dalla dott.ssa Alessandra Bazzana in quanto oggetto della sua tesi di laurea.

(nell'immagine un momento dell'incontro dell'Osservatorio del mercato del Lavoro e dell'Impresa)

CERCHI UN UFFICIO PER SVOLGERE LA TUA ATTIVITÀ? VIENI DA NOI E UTILIZZA LA FORMULA DEL COWORKING

Avere un ufficio in Coworking è un nuovo modo per far crescere la tua realtà ad un prezzo contenuto ed il grande vantaggio di entrare a far parte di un'importante comunità di imprenditori e professionisti.  Non aspettare chiamaci al numero 0364.1955521

SERVIZIO DI CONCILIAZIONE CIVILE E COMMERCIALE

All’interno dell’incubatore è ubicata una sede operativa di una CAMERA DI CONCILIAZIONE, giuridicamente accreditata presso il Ministero della Giustizia con competenza per tutta la Valle Camonica.Questo nuovo servizio è stato attivato nella nostra Valle sin dal mese di marzo del 2012.  Centinaia di utenti hanno già utilizzato tale servizio conciliativo, il quale è stato istituito con legge (D.Lgs. 28/2010) per evitare il ricorso al Tribunale.  La mediazione civile e commerciale è un istituto giuridico preventivo che consente di gestire in forma extragiudiziale le controversie, le vertenze e le liti. Viene considerata e di fatto è  uno strumento di pacificazione amichevole, condivisa e soddisfacente. 

È  obbligatoria per diverse materie civili, quali diritti reali, divisioni, successioni ereditarie, patti di famiglia, problematiche di condominio, locazioni, comodato, affitto di aziende, risarcimento del danno derivato da responsabilità medica e sanitaria, diffamazione a mezzo stampa, contratti assicurativi, bancari e finanziari.  Equivale a dire, per le materie precedenti, che non è più possibile rivolgersi direttamente al Tribunale senza aver prima almeno tentato la risoluzione della controversia in una camera di media-conciliazione. Ma il procedimento conciliativo è applicabile anche volontariamente e contrattualmente a tante altre materie civili e commerciali riguardanti i propri diritti.

In pratica a questo “ufficio” ci si rivolge per risolvere bonariamente controversie e conflitti, con risparmio di tempo, di denaro e con minore apprensione.  La camera di conciliazione opera a mezzo dei propri mediatori specializzati. Il compito principale del mediatore è quello di assistere e condurre le parti, eventualmente con la formulazione di proposte, all’accordo amichevole e condiviso.  La camera è vincolata a procedere con rapidità e in tempi assai contenuti: infatti la durata del procedimento non deve superare i 90 giorni. Gli altri vantaggi sono: la facile fruibilità del servizio, la preventiva certezza dei costi, la riservatezza e l’efficacia esecutiva del verbale di conciliazione. Sono previsti anche incentivi fiscali per l’effetto del credito d’imposta e per l’esenzione da altri oneri.  Quasi tutti i contenziosi civili esistenti fra cittadini, aziende, condomini e nei vari settori della vita civile può dunque essere risolto in sede di mediazione civile.

Durante il primo incontro delle parti in lite, se non sono ravvisati i presupposti per un accordo bonario, le stesse parti possono rinunciare alla prosecuzione. In questa ipotesi, non è dovuta alcuna somma di denaro: in conclusione la procedura assume così un carattere di gratuità. 

Elemento importante e qualificante è l’esecutività. Infatti, solo per volontà delle parti, il verbale di conciliazione costituisce titolo esecutivo per l’espropriazione forzata, l’esecuzione per consegna o rilascio, l’esecuzione di obblighi di fare o non fare, nonché per l’iscrizione di ipoteca giudiziaria; quindi è equiparata di fatto a una sentenza definitiva.

Ovviamente il mancato accordo conciliativo non preclude la possibilità di iniziare una causa presso il Tribunale di Brescia.

Le caratteristiche di valenza giuridica, qui brevemente indicate, unite alla semplicità, facilità e bontà di questa procedura sono di tutta evidenza: è uno strumento giuridico innovativo di portata generale.  Pertanto, bisogna riconoscere che si tratta davvero di un utile e buon servizio per la gente e le aziende della Valle Camonica, essendo venuti a mancare il Tribunale e l’ufficio del Giudice di pace.

CONTATTI:

Tel. +39 03641955486 - Diretto +39 348.4034894 - Fax +39 0364.19501147 

E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

News

Regione Lombardia: Bando "Export Business Manager - IMPRESE"

Regione Lombardia nell’ambito del Programma Operativo Regionale POR-FESR 2014-2020, attraverso il bando "Export Business Manager - IMPRESE"  (per brevità “Bando EBM Imprese”) intende sostenere l’adozione di nuovi modelli di business per la promozione dell’export da parte delle MPMI e reti d’imprese promuovendo la realizzazione di progetti articolati per sviluppare e consolidare il business nei mercati target.

Risorse disponibili: Il Bando ha una dotazione finanziaria pari a Euro 4.000.000,00, come previsto dalla DGR n. X/5244 del 31 maggio 2016

Chi può partecipare: Micro Piccole e Medie Imprese Lombarde – Reti di impresa a soggetto o a contratto

Forme ed entità dell’agevolazione: Gli interventi finanziabili riguardano la realizzazione di progetti di promozione dell’export delle MPMI e delle reti d’impresa per svilupparsi e consolidarsi nei mercati target attraverso l’adozione di modelli di business.

L’agevolazione prevista dal Bando è concessa alle MPMI e alle reti nella forma di contributo a fondo perduto di importo fisso pari a € 8.000,00 a fronte di una spesa ammissibile di almeno € 13.000,00 per l’acquisizione di servizi per la promozione dell’export erogati da Export Business Manager (art. 5.2.a).

A fronte di una spesa aggiuntiva ammissibile di almeno € 5.000,00 per l’acquisizione di servizi di promozione e/o per la partecipazione a fiere internazionali in Italia o all’estero secondo quanto indicato alle lettere b) e c) dell’art. 5.2, sarà riconosciuto un contributo aggiuntivo a fondo perduto di importo fisso di € 2.000,00.

Domande dal 10 gennaio 2017 fino ad esaurimento risorse.

SCARICA IL BANDO

 

Regione Lombardia: Bando credito di funzionamento per le imprese agricole

La Direzione Generale Agricoltura ha riattivato la misura del credito di funzionamento per favorire l’accesso al credito delle imprese agricole che prevede il concorso nel pagamento degli interessi sulle operazioni di credito effettuate dalle Banche. La dotazione finanziaria è di 4 milioni di euro. Il decreto del bando è quello del 19 dicembre 2016 n. 13459 pubblicato sul Bollettino Ufficiale di Regione Lombardia (BURL) serie ordinaria n. 51 di giovedì 22 dicembre 2016.

Chi può presentare la domanda? L’aiuto è riservato alle imprese agricole che abbiano sede operativa nel territorio lombardo, siano iscritte al registro delle imprese della C.C.I.A.A. alla sezione speciale “impresa agricola” o alla sezione “coltivatore diretto” e abbiano attivato il Fascicolo Aziendale informatizzato nel Sistema Informatico delle Conoscenze della Regione Lombardia (Sis.Co.). Sono autorizzate ad operare le Banche aderenti alla Convenzione predisposta da Finlombarda S.p.A., cui è stata affidata la gestione del fondo regionale.

Quando presentare la domanda? Le domande di finanziamento possono essere presentate dal 9 gennaio 2017 fino ad esaurimento delle disponibilità finanziarie; la Direzione Generale Agricoltura emette un atto o un comunicato di chiusura del bando pubblicandolo sul Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia (BURL).

Dove presentare la domanda? L'impresa può presentare la richiesta di agevolazione presso uno degli Istituti di credito convenzionati con Finlombarda S.p.A. che gestisce l’istruttoria delle domande. Quali sono gli importi ammissibili a contributo? Il finanziamento concesso dalla banca è destinato a sostenere il fabbisogno finanziario dell’impresa agricola per esigenze di funzionamento aziendale con un importo minimo ammissibile a Contributo pari a € 20.000,00 ed un massimo pari ad € 100.000,00. La durata del finanziamento non può essere inferiore ai 24 mesi e superiore ai 60 mesi, comprensiva dell’eventuale periodo di preammortamento della durata massima di 12 mesi. Le operazioni di finanziamento sono stipulate al tasso di interesse pari a: a) Euribor 3/6 mesi pro-tempore per operazioni a tasso variabile; b) IRS vigente, in funzione della durata del finanziamento, per operazioni a tasso fisso e maggiorate di uno spread, alle migliori condizioni del mercato.

Quanto è il contributo? Il contributo è determinato sull’importo del finanziamento ammesso all’agevolazione ed è pari all’abbattimento del 2% annuo del tasso d’interesse applicato dall’istituto di credito al prestito erogato e comunque non superiore al tasso stesso applicato all’operazione. Il contributo attualizzato viene erogato da Finlombarda direttamente all’impresa agricola. 

SCARICA IL BANDO

 

REGIONE LOMBARDIA: Bando di contributi per migliorare l'efficienza energetica degli impianti di illuminazione pubblica

Lo scorso 16 novembre è stato pubblicato sul Burl Serie Ordinaria n. 46 il bando Lumen, che assegna contributi a fondo perduto finalizzati a interventi per il miglioramento dell'efficienza energetica degli impianti di illuminazione pubblica e la diffusione di servizi tecnologici integrati.

 

Obiettivo dell’iniziativa è quello di ottenere una riduzione dei consumi e dei costi gestionali e l'abbattimento dell'inquinamento luminoso, consentendo contestualmente la diffusione di servizi tecnologici atti a innovare i servizi pubblici in ambito urbano (telecomunicazioni, sistemi di sicurezza e di telecontrollo, gestione ed acquisizione dati e diffusione di informazioni).

 

Il bando rientra nell’ambito dell’Asse prioritario IV del Programma Operativo Regionale - FESR 2014-2020 e opera sulla base degli standard obbligatori introdotti dalla legge regionale n. 31 del 2015 Misure urgenti in tema di risparmio energetico ad uso di illuminazione esterna e di lotta all’inquinamento luminoso.

 

La dotazione finanziaria del bando è di € 20.000.000,00.

 

Il bando è rivolto ai Comuni lombardi anche in forma associata o aggregata formalmente costituita.

 Leggi la notizia

 

PROVINCIA DI BRESCIA: BANDO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO A FAVORE DEI COMUNI O PER LA REALIZZAZIONE O PER IL COMPLETAMENTO DI IMPIANTI SPORTIVI DI BASE

La Provincia di Brescia si impegna a sostenere, attraverso l’erogazione di un contributo economico, i Comuni del territorio provinciale per la realizzazione ed il completamento dell’impiantistica sportiva destinata all’uso pubblico, allo scopo di soddisfare la diversificata utenza sportiva in relazione alla domanda/offerta di strutture sportive.

Potranno beneficiare del contributo i Comuni della Provincia di Brescia con popolazione inferiore ai 5.000 abitanti e/o gli impianti sportivi di proprietà e/o realizzati da Enti privati, che siano destinati all'uso pubblico purché la richiesta venga inoltrata dall'Ente locale competente per territorio.

La richiesta di contributo e la relativa documentazione dovranno pervenire a: Provincia di Brescia – Settore Cultura e del Turismo – Servizi alla Persona - Ufficio Sport – Via Musei, 32 - 25121 BRESCIA attraverso posta elettronica certificata con firma digitale di tutta la documentazione all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Nell’oggetto della mail dovrà essere riportata la dicitura “Bando per l'erogazione di contributi a fondo perduto a favore dei Comuni per la realizzazione o per il completamento di impianti sportivi di base”.
La domanda dovrà pervenire entro il 16 Gennaio 2017.

Accedi al bando

BANDO VOUCHER PER LO SVILUPPO DI IMPRESE COOPERATIVE IN ATTUAZIONE DELLA L.R. 36/2015

OBIETTIVO: Sostenere, riconoscere e promuovere lo sviluppo e il potenziamento della cooperazione In Lombardia

CANDIDATURE: Le micro, piccole e medie cooperative lombarde costituite da un minimo di 12 mesi a un massimo di 36 mesi (misura A) e i circoli cooperativi (misura B),

SCADENZE E MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE: dalle ore 14:30 del 11 ottobre alle ore 12:00 del 4 novembre 2016 esclusivamente tramite il sito webtelemaco.infocamere.it

 

Partners

Assocamuna   BIM Vallecamonica   Comunità Montana Valle Camonica   Provincia di Brescia   Valle Camonica Servizi   Apindustria   Forge Monchieri

Forgiatura Morandini   Gruppo Lucefin      Mamè GroupSocietà I.M.G